Capannoni antisismici

Un luogo di lavoro deve essere un posto in cui, nonostante le lavorazioni che vi si effettuano, i processi produttivi che vi si attuano e la sua conformazione globale, devono essere garantite la sicurezza e l’incolumità dei lavoratori che vi operano.

Un posto di lavoro sicuro

Il Decreto Legge 81/08 rappresenta l’attuale normativa sulla sicurezza sul lavoro, e all’art. 17, comma 1 cita: “Il datore di lavoro deve effettuare la valutazione di tutti i rischi”, non solo, ma un altro articolo, questa volta il 63, al comma 1 precisa che “I luoghi di lavoro devono essere conformi ai requisiti indicati nell’Allegato IV ( Allegato IV, punto 1.1.1: “Gli edifici che ospitano i luoghi di lavoro o qualunque altra opera e struttura presente nel luogo di lavoro devono essere stabili e possedere una solidità che corrisponda al loro tipo d’impiego ed alle caratteristiche ambientali”).

Posto che la sicurezza in un luogo di lavoro dovrebbe essere un valore assunto alla coscienza di qualunque datore di lavoro, questa è anche un dovere di legge. I terremoti sono un rischio e come tale devono essere valutati e vanno prese le contro misure adatte a contrastarne gli effetti dannosi. I capannoni antisismici possiedono caratteristiche tali che permettono alla struttura di contrastare gli effetti di un sisma.

Naturalmente anche l’interno dei capannoni, come soppalchi, scaffalature, ecc., deve essere arredato con strutture e suppellettili che possiedano le stesse caratteristiche, in caso contrario il loro cedimento può schiacciare le persone o ostruirne le vie di fuga.

L’acciaio

L’esperienza ha dimostrato che le strutture in acciaio hanno un buon comportamento in caso di terremoti: il collasso dell’intera struttura, generalmente, avviene in strutture costruite con altri materiali. I capannoni antisismici sono concepiti in modo tale da conservare elasticità in caso di sisma, in cui alcune parti sono volutamente studiate per essere in grado di subire numerose deformazioni plastiche senza cedere, sfruttando le doti di duttilità e resistenza dell’acciaio.